Ecco come è nato il progetto Studio e Galleria D’Arte “Antica Officina”. Stavo per andare in pensione ed i miei colleghi, quando mi sono deciso a rivelare loro che, oltre che Insegnante di Tecnologia nelle Scuole Medie, ero anche Pittore ed ho fatto vedere loro le foto dei miei quadri, hanno espresso apprezzamenti molto positivi sulla mia pittura e mi hanno fortemente incoraggiato a riprendere a dipingere, approfittando anche del tempo libero che mi offriva la condizione di pensionato dopo 42 anni di lavoro. Un caro amico, che stimo molto, ha rincarato la dose dicendo: “Io veramente non ho mai capito perchè avevi smesso di dipingere”. Così ho ripreso l’attività di Pittore interrotta 19 anni fa.

Chi dipinge ha desiderio ma anche bisogno di mostrare i propri lavori. Avevo conosciuto a suo tempo il mondo dell’arte e sapevo che, per farsi strada, bisogna accettare, come in tutti i settori, tanti compromessi con la propria coscienza, come, ad esempio, quella di pagare per farsi fare critiche positive. Non riuscendo ad accettare certi compromessi sono rimasto un pò ai margini di quel mondo. Questa volta volevo essere completamente libero, non volevo soggiacere a nessun condizionamento di tipo mercantile e l’unica strada era quella di avere uno studio-galleria tutto mio. Così mi sono messo a cercare un locale abbastanza grande ma nello stesso tempo alla portata delle mie limitate possibilità economiche.

Io credo nel destino e penso che non sia stato casuale che abbia trovato, proprio nel centro  del bel paese di Illasi, su una strada di intenso passaggio, un vecchio laboratorio in vendita, dismesso da circa dieci anni, che, nel corso della sua storia, aveva ospitato varie attività lavorative e per ultima una tipografia, di cui è ancora vivo in me il ricordo da quando passavo nella vallata per andare a insegnare a Tregnago, tanti anni fa. L’ambiente da officina si presta ad ospitare un laboratorio dove il lavoro prodotto è quello creativo.

L’idea è quella di conservare il più possibile l’aspetto di vecchia officina dei due locali che ospiteranno, se Dio vorrà, il mio studio ed una Galleria D’Arte in cui esporrò le mie opere, e darò la possibilità anche ad altri artisti di esporre le proprie, a costi accessibili. Il costo proibitivo delle Gallerie D’Arte costringe molti artisti talentuosi a rimanere praticamente sconosciuti al di fuori della stretta cerchia dei loro parenti e amici. Purtroppo nell’acquisto dei locali ho esaurito tutti i miei fondi e, per poter rendere funzionante la galleria nel più breve tempo possibile, facendo i lavori essenziali di restauro, ho deciso di ricorrere al crowdfunding. La galleria, se la campagna di crodfunding da me lanciata avrà successo, aprirà in ottobre o novembre 2018 e diventerà, come è nelle mie intenzioni e come spero, un piccolo centro culturale nel territorio.